Il (dis)ordine pubblico

Poche ore fa ho avuto il piacere di dialogare con Sandrone Dazieri, autore che apprezzo e stimo non solo per le sue capacità narrative. Discutendo con lui del suo ultimo libro, “L’angelo, ci siamo soffermati su una scena, purtroppo, di ordinario ordine pubblico all’italiana che lui ha ben descritto nel suo thriller. La bramosia delle forze dell’ordine di mostrare un po’ troppo spesso i muscoli, anche quando non è strettamente necessario. E succede spesso ultimamente, basti pensare allo sgombero di Labas a Bologna. Nel libro al momento di fare irruzione in una moschea il vice questore, Colomba Caselli, nonché coprotagonista del libro, placava quella bramosia muscolare, appellandosi al buon senso, ossia chiedendo l’intervento di un mediatore culturale. E così con Sandrone si ragionava sull’idea di che cosa debba essere l’ordine pubblico e su come vada esercitato il cosiddetto controllo senza ricorrere necessariamente a un inutile sfoggio di manganelli e quant’altro. Senza che sia insomma un esercizio muscolare. E più o meno due ore prima, mentre si discuteva di questo, c’erano stati i vergognosi (altro aggettivo non trovo ma credo che sia calzante) fatti di piazza Indipendenza. Che dovrebbero far rabbrividire chiunque abbia ancora un minimo interesse per questo ormai malandato Paese. Perché un Paese democratico (anche questo aggettivo rischia di essere banale di fronte alla realtà) non può assistere a quell’inutile esercizio muscolare. Che non ha nulla a che fare con l’ordine pubblico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: